Concorso Poetico 2006

------------------------------

 

Lùthien

 

"Lontano"

Lontano
i tamburi del vento
chiamano
il cuore del tempo
per avere risposte.

Tessi
la tela del vento
intrecciando illusioni,
colorando canzoni,
sognando il momento
che nessuno ricorda.

Lontano
i tamburi del tempo
rispondono
al cuore del vento
che non hanno risposte.

Fila
il ricordo del tempo
creando illusioni,
ricordando canzoni
sognando il momento
che nessuno ricorda.

Lontano
i tamburi del vento
chiamano
il cuore del tempo.
Lontano
i tamburi del tempo
chiamano
il cuore del vento
cantando il momento
che nessuno ricorda.

 

Prima classificata,
33 % delle preferenze

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Meier Link

 

"La Ballata di Nessuno"

Un uomo sta lì, solo ed assorto,
la maschera in viso del tempo che fu;
guarda lontano e trova conforto
in parole udite di chi non è più.

Sguardo lontano di occhi scuriti
in essi il riflesso di vita bruciata,
infranta esplosione di sogni svaniti,
triste ballata di vita passata.

Nero non era un tempo il suo cuore
prima dei sogni dell'oltre e del mai
che han tramutato in eterno dolore
la vita di quelli che vivon con lui.

Ed ecco che piano appare un sorriso,
ombra leggera che si apre la via
e incurva la linea di labbra in quel viso
che or cede il passo alla malinconia.

Ricordi sospesi aleggiano intorno
a quella figura che guarda sopita
verso quel filo senza ritorno
che è l'orizzonte della sua vita.

Poichè ciò ch'è stato benchè sia finito
porta con sè sapor d'allegria
che anche se poca e in colore sbiadito
lascia nel cuore tal nostalgia.

E viene la sera sul dì che sparisce
stendendo sul dubbio il suo manto scuro;
dolce silenzio notturno lenisce
tanto l'incerto quanto il sicuro.

Quel dubbio che sempre tormenta nel cuore
ponendo domande sul giusto e l'errato
come volesse comprender l'amore,
come potesse spiegare il creato.

E l'uomo lì resta, solo e in attesa
pensando al destino, ai suoi giochi strani;
la notte e i suoi demoni resta contesa
fra il sonno, i suoi sogni, l'oggi e il domani..


Secondo classificato,
26 % delle preferenze

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gael

 

"Se rimane una stella..."

Tramonto da poco finito,
araldo di presagi,
alto il capo,
capelli bagnati,
nell'ultima luce mistica,
che proietta ombre danzanti.
Imberbe paesaggio,
da cui un giorno nacque quel vento,
possente di mille braccia.
Stilizzate figure,
slanciati i corpi,
si avvicinano,
mi narrano la loro storia,
triste.
Da un dirupo lontano,
si odono flebili voci,
ma nessuna più debole,
del battito del mio cardio,
che libero dalle catene,
con ali fragili di seta,
cerca di innalzarsi,
sorrette dal vento.
Ma poi, in un istante,
tutto svanisce,
si arresta,
e ritorno a fissare la nuda terra,
privo di coscienza.
Ma se solo alzassi lo sguardo,
se solo ne avessi il coraggio,
allora vedrei quella stella,
se solo rimane una stella,
allora io la vedrei...


Terzo classificato,
17 % delle preferenze

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

------------------------------

[ torna alla pagina avventure ]